Sei qui: Home

Avvisi

 

 

 

 

CONTRIBUTI PER I CITTADINI COLPITI DA CALMITA'

 

 

 

http://www.protezionecivile.gov.it/jcms/it/contributi_per_i_cittadin.wp

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 25 luglio 2016 è stato decretato lo stato di

 

 

grave pericolosità di incendi boschivi su tutto il terirtorio della regione Liguria

E' vietata qualsiasi accensione

 

ORDINANZA N. 8  del 18 luglio 2014 - Manutenzione terreni incolti o abbandonati.  

 

 

 

I proprietari di terreni incolti o abbandonati posti in prossimità di aree antropizzate devono provvedere alla cura degli stessi in modo da non favorire la propagazione di eventuali incendi boschivi.  

 

  

 

La violazione alla presente Ordinanza comporterà l’applicazione delle sanzioni di cui all’articolo 7-Bis del D.Lgs. n. 267/200.

 

 

 

 

 

ordinanza n. 11 del

NORME DA OSSERVARSI IN CASO DI ALLERTE METEO IDROGEOLOGICHE E EVENTI METEOROLOGICI INTENSI 

 

 

 

 

 

1) In caso di emanazione da parte della regione Liguria del messaggio di AVVISO relativo a venti di intensità o burrasca forte è vietato l’accesso al pubblico ai giardini e ai cimiteri comunali, ferme restando le regolari attività di accoglienza dei funerali (con presenza dei familiari dei defunti) e di operatività interna improrogabile, che dovranno comunque essere svolte con particolare attenzione e cautela da parte degli operatori.

2 ) In caso di intensa fulminazione:

 

  • se si è all'aperto, senza ripari nelle immediate vicinanze, accucciarsi, tenendo i piedi il più uniti possibile e con la testa tra le ginocchia; può essere utile isolarsi dal terreno con qualsiasi materiale isolante a disposizione (es. uno zaino asciutto).

  • se si è in gruppo, sparpagliarsi per evitare la propagazione di scariche elettriche tra vicini; non ripararsi sotto gli alberi isolati, specie se alti; il bosco fitto è meno pericoloso, purché si rimanga lontano dai tronchi o dai rami bassi. Liberarsi da qualsiasi oggetto metallico ponendolo ad una certa distanza e cercare di evitare tutte le strutture metalliche, come per esempio i piloni, tettoie aperte, cabine telefoniche;

  • non entrare in contatto con specchi d'acqua (corsi d’acqua);

  • se si ha la possibilità, rifugiarsi in macchina, chiudendo bene i finestrini, evitando di toccare le portiere del veicolo. La macchina è una "gabbia di Faraday" per cui il fulmine percorre la superficie dei conduttori scaricandosi nel terreno non toccando tutto quello che c'è all'interno dell'abitacolo;

  • se si è in casa, chiudere bene le finestre e ricordarsi di staccare tutti i dispositivi elettrici. Poiché i fulmini tendono a seguire i circuiti elettrici, evitare di toccare radio, telefono, computer;

  • evitare i luoghi ove può formarsi una colonna d'aria calda poiché essa costituisce un buon conduttore elettrico; durante i temporali, pertanto, evitare di accendere fuochi e non sedersi vicino ai camini, anche se spenti.

 

3) Durante lo stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA GIALLA

  • è sospesa qualsiasi attività in alveo o su ponti o passerelle;

  • porre la massima attenzione all’evolversi dei fenomeni;

  • valutare la possibilità predisporre paratie a protezione dei locali a piano strada, la chiusura delle porte di cantine e seminterrati e la salvaguardia dei beni mobili collocati in locali allagabili;

     

    4) Al momento della comunicazione dello stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA ARANCIONE o ROSSA e prima dell’entrata in vigore dello stesso, tutti coloro che a vario titolo possiedono o conducono locali che si trovino nelle zone R4 (c.d. aree rosse) [individuate dai segnali]  individuate nei Piani di Bacino, poste all’interno del territorio comunale, dovranno inoltre predisporre paratie a protezione dei locali a piano strada, chiudere le porte di cantine e seminterrati e salvaguardare i beni mobili collocati in locali allagabili;

     

     

    5) Durante lo stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA ROSSA o ARANCIONE e, comunque, in caso di piogge molto intense, oltre a tutto quanto previsto per l’allerta gialla, la popolazione dovrà osservare le seguenti prescrizioni:

  • non sostare su passerelle e ponti o nei pressi di argini dei torrenti;

  • limitare gli spostamenti, in particolare con veicoli privati, a quelli strettamente necessari;

  • prestare attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità, dalle radio e dalla tv;

  • verificare, ove possibile, gli aggiornamenti sui pannelli luminosi;

  • consultare il sito del centro Funzionale della Protezione Civile, della regione Liguria (www.meteoliguria.it - previsioni – avvisi);

  • in caso di peggioramento dei fenomeni atmosferici o di allagamenti: porre immediatamente in atto una evacuazione verticale, portandosi ai piani alti degli edifici o in zone alte rispetto ai corsi d’acqua o al piano stradale allagabile; non tentare di raggiungere la propria destinazione, ma cercare riparo presso lo stabile più vicino e sicuro; astenersi da qualsiasi tentativo messo in atto per assicurare il riparo o il salvataggio di qualunque bene o materiale e trasferirsi e restare in ambiente sicuro;

  • Sono in ogni caso interdette le manifestazioni ludiche e/o sportive che si svolgono all’aperto o in aree private che comunque prevedano un considerevole afflusso di persone;

 

6) Durante tutta la durata dello stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA ROSSA e, nel caso di piogge intense, durante lo stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA ARANCIONE, tutti coloro che a vario titolo si trovino nelle zone R4 (c.d. aree rosse)[individuate dai segnali] individuate nei Piani di Bacino, poste all’interno del territorio comunale, dovranno, oltre a quanto sopra, non sostare o circolare in dette aree e non occupare locali al piano strada o sottostanti il piano stradale;

7) Durante tutta la durata dello stato di ALLERTA IDROGEOLOGICA ROSSA è vietato l’accesso al pubblico ai giardini e ai cimiteri comunali, ferme restando le regolari attività di accoglienza dei funerali (con presenza dei familiari dei defunti) e di operatività interna improrogabile, che dovranno comunque essere svolte con particolare attenzione e cautela da parte degli operatori.

8) in corso di esondazione:

 

  • abbandonare immediatamente i veicoli e porsi al sicuro ai piani alti degli edifici o in zone alte rispetto ai corsi d’acqua;

  • è interdetto l’accesso pedonale o veicolare nelle strade / zone allagate, anche per il pericolo di tombini mancanti o voragini non visibili;

  • è vietato porre in atto azioni di pulizia o recupero di beni finchè l’evento non è cessato e finchè l’area non sia stata dichiarata agibile dall’Autorità di Protezione Civile;

  • in caso di evacuazione di locali, staccare l’interruttore della corrente e chiudere la valvola del gas, purchè tali dispositivi non siano collocati in locali a piano strada o sottostanti il piano predetto o in locali inondabili.

 

 

 

 

 

Il Sindaco

 

Maria Grazia Grondona

 

 

 

Portale on line del Comune di Mignanego

Informativa tariffe per i serizi scolastici

La nuova normativa in materia di ISEE ha riformato le modalità di determinazione delle tariffe da applicare ai singoli cittadini.
Con la Delibera della Giunta Comunale, il 29 Agosto 2016 sono state approvate in via sperimentale le seguenti tariffe e le soglie per le agevolazioni in base alla attestazione ISEE del minore:

Clicca qui per scaricare l'avviso completo

 

Progetto "Interventi di comunità per anziani e invecchiamento attivo"

In allegato, copia della Delibera della Giunta Regionale relativa al "Procedimento ad evidenza pubblica distrettuale per la manifestazione d'interesse da parte delle Organizzazioni private senza finalità di profitto per la coprogettazione esecutiva del progetto "Interventi di comunità per anziani e invecchiamento attivo" (DGR 431 del 13/05/2016)".

icon Avviso Pubblico Delibera Giunta Regionale per Manifestazione dinteresse ICA 2016 (990.77 kB)

 

Avvisi di pagamento TARI 2016

Per l'anno 2016, gli Avvisi di pagamento TARI subiranno delle variazioni nelle scadenze rispetto al passato esercizio.

Non appena possibile, verranno comunicate le nuove scadenze.

 

Tributi locali 2016

Nei documenti allegati sono disponibili le informazioni relative ai tributi locali (IMU, TASI, TARI, addizionale comunale IRPEF) per l'anno 2016.

I regolamenti comunali relativi sono disponibili nella apposita sezione in Amministrazione trasparente: Regolamenti comunali.

icon Novità IMU 2016 (18.59 kB)

icon Novità TASI 2016 (16.44 kB)

icon Aliquota addizionale IRPEF 2016 (268.23 kB)

icon Aliquote IMU 2016 (86.72 kB)

icon Aliquote TASI 2016 (426.75 kB)

icon Tariffe TARI 2016 (466.02 kB)

 

Buoni pasto refezione scolastica

A dicembre 2015 l’Amministrazione Comunale ha ricevuto una richiesta sottoscritta da 37 genitori che caldeggiavano una estensione degli orari di vendita dei buoni pasto rispetto all’orario mattutino offerto dalla banca.

L’Amministrazione ha valutato, visto il significativo numero di firme di genitori in calce alla lettera, di provvedere dal 1 febbraio 2016 ad estendere la vendita dei buoni pasto presso dell’Ufficio Pubblica Istruzione tutti i mercoledì pomeriggio dalle 14.30 alle 18.00 ed ogni primo sabato del mese dalle ore 10.00 alle ore 12.00. La relativa informativa è stata consegnata a tutti gli alunni della scuola a fine gennaio.

A distanza di quattro mesi il rendiconto degli accessi ci lascia interdetti: dei 37 firmatari della lettera solo uno si è presentato per acquistare i buoni pasto; su 17 mercoledì di apertura la media di genitori che si sono presentati ad acquistare buoni pasto è di 1,8; su 4 sabati di apertura si sono presentati 3 utenti in totale.

Con la fine della scuola non possiamo che immaginare un ulteriore calo degli accessi, per tale ragione dal 3 giugno il servizio di vendita dei buoni pasto presso l’Ufficio Pubblica Istruzione è sospeso. La vendita dei buoni pasto proseguirà presso la banca con i consueti orari. Per il nuovo anno scolastico è evidente che l’Amministrazione Comunale dovrà meglio valutare se e con quali modalità estendere l’orario mattutino di vendita dei buoni pasto.

 

Detrazione fiscale per spese scolastiche

Si comunica che è possibile richiedere all'Ufficio Pubblica Istruzione e Cultura la certificazione necessaria per la detrazione fiscale delle spese scolastiche.

Si ricorda che tale detrazione è fissata nella misura del 19% sulle spese per la frequenza di scuole dell'infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado per un importo non superiore a € 400.

La richiesta può essere fatta di persona recandosi presso l'Ufficio in orario di ricevimento o via posta elettronica indicando il nome e cognome dell'alunno e il nome e cognome e codice fiscale del soggetto che usufruirà della detrazione, allegando copia del documento di identità.

Per maggiori informazioni, rivolgersi all'Ufficio Pubblica Istruzione e Cultura ai seguenti recapiti.

 
Torna su
Torna indietro